da Sambenedettoggi.it in edicola

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La firma della convenzione per la gestione dello stadio con il Comune e la messa a norma dello stesso Riviera delle Palme. Sono i nodi che la Sambenedettese Calcio e l’amministrazione comunale dovranno sciogliere nelle prossime settimane.
Il Riviera, la cui capienza a fine giugno è stata abbassata a 7.494 unità, entro il 30 giugno 2008 dovrà essere omologato per 14.300 spettatori, tanta quanta è la sua capienza effettiva. Pena l’esclusione dal prossimo campionato.
L’ingegnere del Comune Nicola Antolini lo scorso 31 agosto ha consegnato in Prefettura il progetto definitivo dei lavori da realizzare nell’impianto di Viale dello Sport. Ci sono otto mesi di tempo per concluderli. Ma soprattutto andranno investiti qualcosa come circa 3 milioni di euro. Chi si accollerà una simile spesa? Il Comune? La Samb? A tale proposito lunedì prossimo la famiglia Tormenti incontrerà il sindaco Giovanni Gaspari.
«Inizieremo a parlarne, ma non credo che con una semplice discussione si potrà risolvere il problema. Sono molto preoccupato, del resto la questione stadio ce la stiamo trascinando ormai da tempo».
«Il Comune non ha i soldi, come pure per noi si tratterebbe di un investimento notevole – ha proseguito Gianni Tormenti – Insomma, un problema non da poco, ma che va risolto in tempi stretti».
C’è infatti una prima scadenza a cui ottemperare: entro la fine dell’anno, stante la prescrizione fatta nei mesi scorsi dalla Commissione di Vigilanza, dovranno essere messi a norma i sistemi di videosorveglianza e del Gos (Gruppo Operativo Sicurezza). Una spesa che si aggirerebbe intorno ai 500 mila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 601 volte, 1 oggi)