GROTTAMMARE – L’appuntamento al Blow Up è venerdì sera, alle 21.30, in Sala Kursaal, con la proiezione del film Alì di Michael Mann (Usa 2001).
La pellicola, inserita nel tema Etica/epica dello sport, uno dei filoni di indagine della rassegna, è il sobrio ritratto di un protagonista internazionale della boxe; la sua vicenda umana lo ha reso una figura estremamente coerente alle proprie scelte e per questo anche un personaggio di rottura.
Con precisione biografica, il regista statunitense racconta gli ultimi dieci anni della vita di Muhammad Alì, al secolo Cassius Clay, ex campione del mondo dei pesi massimi. Dalla clamorosa e inaspettata conquista del titolo contro Sonny Liston allo storico incontro a Kinshasa contro George Foreman, dall’amicizia con Malcolm X all’adesione all’Islam, il film ripercorre la vicenda dell’uomo oltre che del pugile. E dalla complessità delle vicende emerge la forza delle convinzioni politiche e religiose che hanno reso Muhammad Alì una figura emblematica di libertà, l’incarnazione del sogno dell’America nera, incapace di uscire dagli schemi della post schiavitù, che ne ha fatto un mito da idolatrare.
Nei panni del protagonista un impegnato Will Smith, che per l’interpretazione si aggiudica l’Oscar.
Prima della visione del film, saranno proiettati 5 minuti dell’intervista di Gianni Minà a Diego Armando Maradona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 396 volte, 1 oggi)