ANCONA – Realizzare iniziative comunitarie transfrontaliere nell’ottica di migliorare la cooperazione con le regioni di confine dell’Unione europea e non. Questo è il presupposto principale del convegno Hans, Health Adriatic Network Skill, che si terrà , giovedì 11 ottobre, alle ore 9.30 presso il Palazzo Raffaello della Regione Marche, Ancona.
L’iniziativa prevede di realizzare una rete sanitaria e socio-sanitaria tra le regioni adriatiche (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia) e i paesi orientali dell’Adriatico (Croazia, Bosnia-Erzegovina, Albania, Serbia-Monetenegro) per aumentare l’armonizzazione e l’integrazione di sistemi socio-sanitari e garantire la tutela della salute e l’assistenza in queste regioni interessate.
Il progetto prevede una fase iniziale di rilevazione della sanità attraverso uno studio dei bisogni di salute nei paesi adriatici. Sulla base dei dati rilevati e dalla loro analisi, sarà possibile intervenire sulle principali aree critiche individuate. I cittadini presenti nell’area adriatica, attraverso un miglioramento dei rispettivi servizi di programmazione e gestione socio-sanitaria, sicuramente potranno usufruire di servizi sanitari più efficienti ed efficaci.
Saranno presenti al convegno, tra gli altri, Almerino Mezzolani, assessore regionale alla Sanità, Carmine Ruta, dirigente del servizio Salute, Ivo Grbic, presidente della contea di Zara e i direttori generali Asur Marche , Roberto Malucelli e Ars Marche, Maurizio Belligioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 303 volte, 1 oggi)