da Sambenedettoggi.it in edicola

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ordinato lo sgombero per le ultime due bancarelle superstiti sul lungomare sud. Il dirigente del settore Assetto del Territorio Germano Polidori ha messo la sua firma in calce alle ordinanze.
E’ una decisione presa dal Consiglio comunale lo scorso 20 maggio. Le due bancarelle sopravvissute al trasferimento di 18 colleghe nella zona di via Bellini potranno usufruire di due aree individuate ad hoc: si tratta della pineta di fronte all’ex camping in viale Marconi e di un’area demaniale all’incrocio fra lungomare e via Virgilio. Dapprima il Comune aveva individuato un posto all’altezza del torrente Ragnola, che risultò poi non a norma una volta fatte le dovute misurazioni.
Per ora, comunque, al Comune non sono arrivati ricorsi amministrativi, ma c’è ancora tempo e nulla osta che ce ne saranno in futuro.

Ci sono stati dei ritardi nella notifica degli atti a uno dei due proprietari. A causa del suo cambio di residenza, infatti, si è perso del tempo nella notifica della delibera del Consiglio comunale e in quella relativa all’avvio del procedimento di sgombero. L’estate è passata per compiere tutti gli atti propedeutici allo sgombero, dicono dal Comune.
Ricordiamo che lo spostamento delle altre bancarelle dall’isola pedonale di Porto d’Ascoli coincise con l’inizio della riqualificazione del lungomare, nel settembre del 2004.
Nel futuro, stando a quanto dichiarato in passato dal sindaco Gaspari, sia le due bancarelle ora sgomberate che le restanti 18 che si trovano in via Bellini potrebbero trovare una nuova sede all’interno del palmeto in via dei Mille, che il Comune sta cercando di acquisire dal proprietario.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 815 volte, 1 oggi)