MONTEPRANDONE – Di vittoria aveva parlato alla vigilia della sfida interna contro la Recanatese. Stessa “musica” a poche ore dalla trasferta di Tolentino: Sestilio Marocchi, archiviato il primo successo stagionale, pre stavolta invoca i 3 punti».
«Perché un’altra affermazione darebbe slancio alla nostra classifica e soprattutto ci permetterebbe di lavorare con maggiore serenità, visto che guadagneremmo un certo margine con le zone che scottano».
L’allenatore del Centobuchi non si smentisce nemmeno stavolta: a prescindere dall’avversario designato, Marocchi vuole vincere. Ci proverà contro un Tolentino in grande spolvero, ancora imbattutto e che in classifica ha un punto in più di Vidallè e soci (8 contro 7).
«Un impegno difficile, del resto il Tolentino è tradizionalmente avversario ostico in casa propria. Ma a questo non dobbiamo pensarci: dobbiamo solo preoccuparci di fare la nostra parte».
I cremisi si troveranno di fronte una formazione che in questo primo scorcio di campionato ha dato prova di solidità. Segna poco (la miseria di 3 gol)? Vero, però subisce quasi nulla (2).
BORSINO. Ne avrà per almeno un paio di settimane Pasquale Fuduli: l’ex Gubbio, che si è fermato proprio nel match d’esordio con la sua nuova squadra, due domeniche fa (Centobuchi-Cologna Paese 1-1), è alle prese con un problema muscolare che lo terrà fermo ancora per un po’.
Mister Marocchi comunque allo stadio “Della Vittoria” di Tolentino potrebbe riconfermare l’undici che domenica scorsa ha festeggiato i primi tre punti del campionato battendo la Recanatese. Molto bene in effetti hanno fatto sia Mozzoni, nelle vesti di terzino sinistro, sia Cesani, sulla corsia destra di centrocampo. Promosso anche Troli, che ha spinto sulla corsia difensiva opposta a quella di Mozzoni.
De Angelis insomma, che pure è nelle grazie del tecnico monteprandonese, anche stavolta dovrebbe accomodarsi in panchina. Non sarebbe una bocciatura, l’attaccante biancoceleste, ripresosi dopo un lungo calvario estivo, avrà presto l’occasione di rendersi utile. Del resto, come ammette contento Marocchi «quest’anno le alternative a disposizione sono tante, ma soprattutto tutte valide».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 367 volte, 1 oggi)