da Sambenedettoggi.it in edicola

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Salvo D’Acquisto è l’eroe di Torre di Palidoro che il 23 settembre del 1943 donò la sua giovane vita di vicebrigadiere dei Carabinieri per salvare 22 ostaggi delle truppe tedesche di occupazione, intenzionate a una rappresaglia per la morte e il ferimento di tre di loro.
Nella sua memoria e in quella di altri eroi dell’Arma, questo fine settimana ci sarà il gemellaggio fra le sezioni dell’associazione nazionale Carabinieri di San Benedetto e del Comune laziale.
Anche la nostra città annovera atti di estremo coraggio da parte di uomini dell’Arma durante la Resistenza, come il maresciallo Luciano Nardone, il carabiniere Isaia Ceci e il brigadiere Elio Fileni.
E il legame con i tristi fatti di Palidoro è sancito anche dall’intitolazione a Salvo D’Acquisto della Rotonda di Porto d’Ascoli, e al monumento bronzeo appena restaurato da Sergio Spina.
«Il gemellaggio sarà un’occasione per dimostrare all’Arma la gratitudine della città di San Benedetto», afferma il sindaco Giovanni Gaspari.

Il capitano Giancarlo Vaccarini parla di Salvo D’Acquisto come di un «esempio dei valori propri all’Arma, che sono generosità, altruismo e un coraggio che affonda le sue radici in una profonda cristianità».
Per dare più risalto al gemellaggio sabato 6 ci sarà anche un raduno interregionale di sezioni dell’Anc da Abruzzo, Umbria, Emilia Romagna, Lazio e persino dalla Puglia. «Molti Carabinieri in congedo ricordano la bellezza di San Benedetto perché vi hanno prestato servizio», dice il presidente della sezione locale Giuseppe Elbano Bovara.
Alle 10 l’auditorium della biblioteca comunale ospiterà una tavola rotonda su “Salvo D’Acquisto: amore e sacrificio, via per la beatificazione”, cui parteciperanno autorità come il generale Luciano Gottardo, già comandante generale dell’Arma, i generali Luigi Curatoli e Tito Honorati, padre Paolo Molinari Postulatore generale della causa di beatificazione dell’eroe. Alle 18 e 30 la Messa alla cattedrale della Madonna della Marina.
Domenica alle 9:30 partirà una sfilata sul lungomare fino alla Rotonda D’Acquisto, dove ci sarà un momento di preghiera con il Cappellano Militare della Regione Carabinieri Marche don Giuseppe Bastia, intervallato da musica sacra delle corale polifonica Tebaldini.
Alle 11 si terrà una marcia podistica dell’Aido di Ladispoli, che sensibilizzeranno alla donazione degli organi partendo alle 10 di sabato dalla cittadina laziale e alternandosi per tutta la notte fino al monumento alla Rotonda.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.141 volte, 1 oggi)