SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Attendiamo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale di un contributo statale di 300mila euro, funzionale all’acquisto dell’area dello stadio Ballarin dall’Agenzia del Demanio». Il sindaco Giovanni Gaspari lo ha annunciato in sede di commissione Assetto del Territorio.
Qualcuno si potrà chiedere; ma come, il Comune vuole acquistare un bene dall’Agenzia del Demanio, cassaforte dei beni immobiliari dello Stato, e prima di farlo riceve un contributo a fondo perduto per questo acquisto?
La notizia è positiva, visto che ora il Comune dovrà investire “solo” 480mila euro per entrare in possesso dell’area del vecchio stadio e farci quel che più gli aggrada, mantenendo però la destinazione di “verde sportivo”.
«Si tratta di un fondo residuo dalla Finanziaria 2005», spiega Gaspari. «Si tratta di quei finanziamenti a cui attinse anche la precedente amministrazione per i lavori in viale delle Palme e per il risanamento ambientale del torrente Albula. Ora attendiamo la ratifica del Ministero delle Finanze».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 749 volte, 1 oggi)