SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Andremo a San Benedetto a muso duro, per cercare di recuperare il terreno perduto. La classifica non ci piace, stiamo perdendo contatto con il treno play off: dobbiamo rimediare».
Poche, ma decide le parole di Piero Braglia alla ripresa degli allenamenti. Il tecnico della Lucchese, dopo la sconfitta interna contro la Salernitana, pensa al prossimo impegno sul prato del Riviera delle Palme e spera di riscattare la delusione patita al Porto Elisa.
Amara e piena di recriminazioni in effetti la battuta d’arresto di domenica scorsa, con i rossoneri incapaci di tramutare in gol le tante occasioni da rete. Dalla Toscana giurano: contro la Salernitana si è vista la più bella Lucchese da inizio stagione. Eppure è arrivata la seconda sconfitta stagionale, la prima interna.
Intanto, in vista della sfida in terra marchigiana, il tecnico rossonero dovrà fare a meno degli squalificati Masini, squalificato ieri dal Giudice Sportivo, e Cipolla, con quest’ultimo che dovrà scontare l’ultimo dei due turni di stop rimediati dopo la trasferta di San Giovanni Valdarno. Torna invece a disposizione Dei, squalificato martedì scorso.
Sicuro assente al Riviera il centrocampista Stefano Bellè, sofferente per un problema ai flessori del ginocchio sinistro. Mister Braglia in proposito è stato chiaro: «Inutile rischiarlo».
Si ringrazia per la collaborazione Emiliano Pellegrini del quotidiano La Nazione

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 598 volte, 1 oggi)