SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un ossimoro di fatto: chiamare “quartiere” un agglomerato di case senza una piazza. Se poi la nota piazza è quella che dovrebbe sorgere di fronte alla chiesa di San Pio X, e se vi sono state almeno quattro campagne elettorali in cui il sindaco di turno ha promesso «con me la piazza si farà», allora siamo alla tipica burla all’italiana. E adesso il cerino ce l’ha in mano Giovanni Gaspari.
«Deve farcela – spiega il presidente del quartiere Marina di Sotto, Umberto Virgili – altrimenti con noi perderà la faccia. Il sindaco ci ha assicurato che in base al Piano Regolatore la piazza sarà costruita, e che ora si sta accordando con i privati». Ovvero: regalate una porzione del terreno di vostra proprietà al Comune, e sull’altra vi faremo costruire.
«Anche se noi non abbiamo visto nessun documento firmato» precisa Virgili. Nel quartiere, intanto, circolano voci (infondate?) di una possibile nuova edificazione proprio nell’area della piazza. Voci alimentate anche dalla recinzione della piazza, fino a qualche tempo fa lasciata libera per il parcheggio durante le messe domenicali. Per Virgili è «impossibile, perché l’intero quartiere protesterebbe pesantemente».
Ma già con il sindaco Martinelli tutto sembrava fatto: nuove case dietro, nuova piazza davanti. Alla fine, stranamente, ci fu spazio solo per le prime.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 573 volte, 1 oggi)