SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due punti dopo tre partite. Il Porto d’Ascoli non si aspettava questo inizio. Se è vero che la dirigenza in estate non si è lasciata andare ai proclami, è altrettanto vero che dopo la semifinale play off dell’anno passato, la società si aspetta anche da mister Deogratias – subentrato a Dino Grilli – lo stesso risultato.
E invece per ora il bilancio è assolutamente negativo. Due pareggi, all’esordio sul campo dell’Acquasant e sabato scorso nella tana del Monsampietro Morico, e una sconfitta interna, nel derby contro la Monteprandonese: questo il cammino intrapreso da Induti e soci.
Pesano le numerose assenze a cui il tecnico biancoceleste ha finora dovuto fare fronte: tra infortuni e acciaccatti Fabrizio Deogratias non ha mai potuto disporre dell’intera rosa. «Speriamo di svuotare in fretta l’infermeria, stiamo perdendo punti» ha sintetizzato senza nascondere una buona dose di amarezza l’allenatore del Porto d’Ascoli.
Bisogna ad ogni modo guardare avanti e il futuro si chama Stella, ospite sabato prossimo al campo Ciarrocchi. Gli uomini di Deogratias torneranno a calpestare l’erbetta dell’impianto amico alla ricerca della prima vittoria stagionale. Novelli, nonostante non sia ancora al meglio, sarà disponibile. Perozzi e Pompei hanno ripreso a correre. Straccia invece ne avrà ancora per un mese. Migliorano infine le condizioni di Fiorino, Rocchi, Sgattoni e Di Girolamo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 512 volte, 1 oggi)