ASCOLI PICENO – Negli ultimi giorni è stata portata a termine un’altra operazione della Guardia di Finanza che ha consentito di smascherare due uomini, già noti alle Forze dell’Ordine, che avevano messo in atto un tentativo di truffa nei confronti della Neos Banca.
L’operazione è iniziata nel giugno scorso quando si è presentato negli Uffici del Comando un cittadino ascolano lamentandosi di aver ricevuto dodici bollettini postali relativi a un presunto finanziamento contratto con la Neos Banca per l’acquisto di un televisore, aggiungendo, tra l’altro, che il documento di identificazione personale richiesto nel contratto di finanziamento, la patente di guida, era stato da tempo smarrito dall’uomo.
I militari sono riusciti a identificare gli autori del misfatto recandosi presso la banca truffata e svolgendo le indagini necessarie.
L’autorità giudiziaria ha poi emesso i decreti di perquisizione nelle abitazioni dei due, dove è stato rinvenuto nel salotto di uno dei truffatori, il “corpo del reato”, un televisore 42 pollici a cristalli liquidi.
Entrambi i soggetti sono stati denunciati a piede libero alla locale Procura della Repubblica per i reati di truffa, furto, ricettazione e falso materiale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.533 volte, 1 oggi)