Grottammare-Morro d’Oro 1-2
GROTTAMMARE: Domanico, Cremaschini, Costanzo, Polenta, Iampieri, Marranconi,, Napolano, Traini, Bucchi, Laino (75′ Pasquini), Marcatili (75′ Curzi). A
disposizione: Di Salvatore, Tedeschi, Croci, Shamentaj, Ascani. Allenatore: Izzotti.
MORRO D’ORO: Ilardi, Repetto (85′ Dì Francescantonio), Pistolesi, Di Nicola (54′ Villa), Marotta, Germini, Renna, Taribello, Sparacio, Petrella (73′ Saccia), Vigliotti. A disposizione: Di Giammatteo, Dragani, Recchiuti, Diomedi. Allenatore: Malloni.
Arbitro: Piromallo di Torre del Greco.
Assistenti: Monetta e Grimaldi.
Marcatori: 9′ Iampieri (G), 42′ Taribello(M), 93′ Sparacio (M).
Ammoniti: nessuno.
Angoli: 2-6
Spettatori: 350 circa (una ventina provenienti dall’Abruzzo).
GROTTAMMARE – Senza gli indisponibili Oddi e Gasparroni e aspettando il transfer della punta argentina Marcos Bolzan, il Grottammare recupera capitan Traini. Ma al Pirani, in una domenica che doveva essere quella del riscatto e della prima vittoria stagionale dopo i progressi mostrati in quel di Sant’Egidio, arriva a sorpresa la seconda sconfitta in campionato, la prima tra le mura amiche.
Un passo falso amaro perché maturato contro una squadra alla portata, reduce peraltro da tre sconfitte consecutive e dal cambio di allenatore: l’ex Sangiustese Giuseppe Malloni, subentrato a Di Pietro ha esordito con una vittoria.
Fin dalle prime battute gli abruzzesi sono apparsi più determinati della formazione locale nella ricerca del risultato positivo. Ciononostante è stato il Grottammare a passare in vantaggio: al 9′ una punizione battuta a ridosso della linea del fallo laterale da Napolano, giunge a Iampieri che batte a rete con un destro imparabile e di pregevole fattura.
Sulle ali dell’entusiasmo i biancazzurri continuano a creare gioco fino alla mezz’ora quando la partita passa nelle mani degli ospiti che però solo sul finire di primo tempo acciuffano il pareggio. Dopo vari rimpalli in area marchigiana, Taribello – tenuto in gioco da Iamperi – a tu per tu con Domanico firma il pari, malgrado il tentativo di quest’ultimo che riesce solo a sfiorare la palla.
Nella ripresa il Grottammare cala d’intensità, di contro il Morro d’Oro sembra volere il risultato a tutti i costi. E così mentre gli avanti di mister Izzotti vengono fermati dai fuorigioco (spesso dubbi) sbandierati dai guardialinee, al 63′ Sparacio per gli ospiti crea scompiglio in area con un pallonetto che supera Domanico, ma poi viene chiuso in angolo proprio quando sta per appoggiare in rete di testa.
La gara resta confusa ma giocata a viso aperto da ambedue le formazioni, con svarioni evidenti della difesa biancazzurra. All’80, dopo l’ennesimo lancio lungo dalle retrovie a  cercare Pasquini, viene sbandierato un fuorigioco inesistente. Particolare di non poco conto: sugli sviluppi dell’azione lo stesso Pasquini viene atterrato dal portiere ospite.
Due minuti più tardi invece al Grottammare manca un po’ di fortuna quando Bucchi di testa sfiora il palo di un niente. Locali pericolosi anche al 91′, stavolta con una conclusione da fuori di Traini. Nel mezzo segnaliamo due clamorose occasioni ospiti con Villa che non inquadra la porta.
Quando l’1-1 sembrava ormai certo ecco che la volontà ospite viene premiata: al 93′, una serpentina del nuovo entrato Saccia mette Sparacio in condizioni di appoggiare di piatto in rete, anticipando di pochi secondi il fischio finale sotto agli occhi attoniti in tribuna del presidente biancazzurro Amedeo Pignotti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 949 volte, 1 oggi)