MONTEPRANDONE – «Sarebbe ora di vincere». Così Sestilio Marocchi alla vigilia della sfida contro la Recanatese. Lasciate alle spalle quattro domeniche di campionato e – particolare di non poco conto – messi a referto altrettanti pareggi, il tecnico biancoceleste si prepara al secondo impegno casalingo consecutivo.
Al Comunale, dopo il Cologna Paese, torna la squadra di mister Porro, ospite già la scorsa settimana per il match di andata di Coppa Italia, ma soprattutto reduce dalla prima vittoria stagionale nel derby contro la Maceratese. Un successo che invece manca in casa Centobuchi.
«Non è ancora il caso di allarmarsi» spiega Marocchi. «Però è ovvio che se l’andazzo continuerà ad essere questo un pizzico di preoccupazione salirebbe. Con i pareggi non si fa molta strada, è arrivato il momento di dare ossigeno alla nostra classifica e lasciarci alle spalle le zone che scottano».
A tale scopo l’allenatore monteprandonese nel corso della consueta partitella in famiglia del giovedì ha provato i suoi con uno spregiudicato 4-3-3, schierando De Angelis insieme a Vidallè, al centro, e Cacciatore. La soluzione provata l’altro ieri potrebbe rappresentare più di un esperimento, specie se non dovesse piovere e il terreno del Comunale si mantenesse in buone condizioni.
In mediana invece Marocchi ha schierato Simoni, assistito ai lati da Cesani (a destra) e Pinciarelli (sulla corsia opposta). Difesa a quattro con Troli e Pesce sugli esterni e l’inamovibile coppia di centrali Cameli-Corradetti. E in vista della partita di domenica l’altro dubbio da sciogliere è quello che riguarda l’89 da schierare: in lizza per una maglia da titolare il citato Cesani, ma pure Calvaresi e Mozzoni. Favorito il primo?
«Incontriamo una Recanatese su di giri per la vittoria di domenica scorsa» si addentra nella disamina della partita Marocchi. «Ma questo deve rappresentare un ulteriore stimolo per i miei ragazzi. Abbiamo segnato due soli gol in quattro partite? Si sta ripetendo lo stesso trend dell’anno passato, ma non mi preoccupo. Finora non siamo stati tanto fortunati, prima o poi ci sbloccheremo, ne sono sicuro. Ho fiducia nella squadra e comunque credo che il recupero di De Angelis possa facilitarci le cose».
Contro la Recanatese l’unico indisponibile è il centrocampista Fuduli, infortunato alla caviglia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 475 volte, 1 oggi)