SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’organizzazione della seconda edizione della gara podistica Ascoli-San Benedetto sta vivendo momenti di grande fermento, stante l’avvicinarsi del fatidico weekend del 29 e 30 settembre ed il presidente della Porto 85 Polisportiva, Roberto Silvestri ha grandi parole di elogio per tutti i suoi collaboratori.
«Voglio ringraziare tutti coloro che da diversi mesi a questa parte stanno facendo grandi sacrifici affinchè la Ascoli-San Benedetto vada a buon fine sotto tutti gli aspetti. Sono oltre 200 le persone che da tempo sacrificano buona parte del proprio tempo libero (e in qualche caso anche quello lavorativo) per dare una mano all’organizzazione ed ogni sera, in quest’ultimo mese di settembre, si riuniscono nella sede del Porto 85 per mettere a punto i dettagli».
«Grazie di cuore alle società che stanno collaborando con noi» ha proseguito Silvestri, «grazie ai signori Carosi, Avigliano, Sermarini, Sabatini, Novelli e tutti gli altri e ai loro tesserati. Un ringraziamento sentito a tutte quelle entità commerciali ed industriali che hanno appoggiato la nostra gara, dal main sponsor Santarelli a quelli storici quali Romacar, Central Frigor Marconi, Full Mobili, Jolly Stampe, Gatorade, Moncaro e a tutti gli altri appena giunti tra noi, ma in particolare un ringraziamento sentito va ai Supermercati Tigre che metteranno in palio un buono acquisto del valore di 500 euro che andrà a premiare la società che porterà più atleti sul traguardo di San Benedetto. Solitamente vengono premiate le società che iscrivono il maggior numero di atleti, invece noi abbiamo voluto mettere questa simpatica variante allo scopo di stimolare gli atleti a raggiungere il traguardo». «Grazie infine ai volontari della Protezione Civile ed al suo coordinatore Dante Merlonghi e naturalmente grazie a tutti i politici che hanno collaborato con questa società, con un ringraziamento speciale al sindaco Gaspari che ha preso veramente a cuore la competizione».
Lo scorso anno, quasi involontariamente, il primo cittadino sambenedettese attirò l’attenzione sulla neonata gara, con alcune dichiarazioni su un’eventuale modifica del nome della provincia in Ascoli-San Benedetto. Quest’anno invece si è virato sulla ricerca della città-territorio che vede in questa corsa delle prove tecniche di collaborazione.
MODIFICHE AL TRAFFICO. Da mezzogiorno di sabato 29 alle ore 20 di lunedì 1 ottobre, vige il divieto di transito ed il divieto di sosta con rimozione coatta in piazza Mar del Plata. Lo stesso divieto è valido alla rotonda Giorgini, ma fino alle 20 di domenica stessa.
Il giorno della gara podistica, inoltre, dalle 8 alla fine della manifestazione, vige il divieto di transito e di sosta, con rimozione coatta, esclusi i veicoli facenti parte dell’organizzazione, in via Marinai d’Italia, nel tratto tra via Fiscaletti e via dei Tigli. Identico divieto, nella stessa fascia oraria, in via Turati lato sud; via Mare, lato sud, tratto da via del Cacciatore alla rotonda D’Acquisto; via Mare, lato nord, tra via dei Mille e la rotonda D’Acquisto; lungomare, da Porto d’Ascoli a San Benedetto (a partire dal ristorante Las Vegas sarà chiusa la carreggiata sul lato est. Ma sarà anche chiuso il parcheggio sul lato ovest, sul ponte dell’Albula).
Sempre domenica, dalle 10 al termine della manifestazione, interruzione del transito veicolare al momento del passaggio del corteo di auto storiche e dei maratoneti nelle vie Torino, Turati, Toti, Mare, l’intero lungomare, viale Buozzi, delle Tamerici, via Pasqualini, Fiscaletti, Marinai d’Italia, Milanesi, Giorgini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.413 volte, 1 oggi)