CUPRA MARITTIMA – Il tecnico Pasquale Minuti non vuole sentire parlare di propositi d’alta classifica. Ma da quando è arrivato sulla panchina della Cuprense, l’ex Samb ha incamerato dodici risultati utili consecutivi. Per inciso: otto vittorie e quattro pareggi.
Sabato scorso, dopo il tris rifilato al Caldarola, è arrivato il primato nel girrone B del campionato di Promozione. Minuti si affretta a gettare acqua sul fuoco dell’entusiasmo: «Non possiamo montarci la testa. Dobbiamo invece vivere questo momento con intelligenza, altrimenti rischiamo di perdere equilibrio».
Gli facciamo notare: quindici giorni fa l’ingresso di Silipo risultò vincente. Analoga situazione con Umberto Splendiani, decisivo contro il Caldarola. Sono le sostituzioni l’arma del successo gialloblu?
«Ho un gruppo intelligente. Per me sono tutti titolari anche se considero la panchina più importante degli undici in campo. Per ora i cambi si sono rivelati determinanti».
Qual è il segreto?
«La positività del gruppo. I ragazzi danno l’anima in campo e durante gli allenamenti, a volte devo pure frenarli. Non si risparmiano mai, si aiutano sempre. Speriamo di continuare su questa strada».
Sabato i gialloblu renderanno visita al fanalino di coda Torrese. La Cuprense dovrebbe recuperare Rossi, acciaccato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 394 volte, 1 oggi)