SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune ha incassato un milione e mezzo di euro dalla vendita di due immobili di sua proprietà, più di 400mila euro in più rispetto al previsto. L’ufficio stampa del Comune afferma che l’impiego del maggior ricavo verrà deciso nelle prossime settimane. L’asta si è svolta giovedì scorso.
Un edificio in via Paolini, già sede della Capitaneria di Porto, per il quale erano pervenute quattro offerte, è stato assegnato per 1.149.132 euro, con un rialzo del 31% rispetto alla base d’asta di 860 mila euro, mentre un immobile in via Fratelli Cairoli (due offerte) è stato venduto per 398.748 euro, con un incremento del 48,5% sull’importo di partenza, che era di 263.250 euro.

Nel bilancio comunale era stato previsto un incasso di circa 1.128.000 euro. La differenza di 424.626 euro verrà iscritta prossimamente nel documento contabile. L’aggiudicazione ufficiale verrà effettuata nei prossimi giorni.
Trovano così copertura alcune voci già previste, tra le quali 465 mila euro per interventi del Bilancio partecipato, 258 mila euro per il completamento degli interventi a difesa della costa dall’erosione (tratto di Porto d’Ascoli), 100 mila euro per la riqualificazione di via Ugo Bassi, 80 mila euro per attrezzature nelle aree verdi, 50 mila euro per un ascensore all’altezza del parco di via Saffi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 796 volte, 1 oggi)