ASCOLI PICENO – Guido Castelli ha presentato un’interrogazione regionale al presidente della Giunta Gian Mario Spacca sollecitandolo a intervenire urgentemente sul gravoso problema riguardante la riduzione del numero delle ore di sostegno per i portatori di handicap, un problema che ha già colpito anche alcune scuole nelle Marche.
Il consigliere regionale ha personalmente seguito alcuni casi sia ad Ascoli che a San Benedetto e ha riscontrato non solo la drastica riduzione delle ore di sostegno ma anche il ritardo delle nomine degli insegnanti che dovrebbero ausiliare gli studenti ritenuti “fragili”.
L’Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale, consultato personalmente da Castelli, addossa la responsabilità dell’accaduto al Governo nazionale dove il Ministero dell’ Economia e delle Finanze ha imposto al Ministero della Pubblica Istruzione una clausola di salvaguardia del tetto massimo di spesa in materia di sostegno scolastico. Essendo stato superato il budget previsto di 626 milioni di euro, la strada più facile da seguire è stata quella del risparmio sulla spesa pubblica attraverso la riduzione degli insegnanti di sostegno per quella popolazione studentesca affetta da disabilità.
L’urgente esortazione a intervenire rivolta al presidente Spacca è dovuta non solo alla gravità dell’accaduto ma anche alla violazione che si sta facendo dell’articolo 24 della Convenzione ONU del 13 dicembre del 2006 sui diritti delle persone con disabilità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 639 volte, 1 oggi)