SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Consorzio Turistico, la priorità non nuova è quella del ripiano dei debiti. La perdita d’esercizio per il 2006 ammonta a 118mila euro; ammontano a 220mila euro i crediti dell’ente di promozione turistica, ma dovrà esserne valutata l’esigibilità.
Il nuovo presidente Alessandro Zocchi ha presentato il suo consiglio d’amministrazione dicendo che per ora non sono previsti gettoni di presenza. «Dopo la ricognizione economica e finanziaria fatta dai revisori dei conti valuteremo se ci sono risorse per far percepire un rimborso spese agli amministratori».
I progetti per il futuro? Zocchi punta sul turismo legato agli appassionati di mountain bike e ha presentato una richiesta di contributo alla Fondazione Carisap. Tutto il progetto costerebbe 250mila euro. Si tratta di organizzare al meglio la rete di percorsi ciclabili collinari già presenti, abbinandoli a punti di ristoro e a strutture attrezzate per i cicloamatori. Poi il Consorzio vuole partecipare ad altri progetti per l’accoglienza turistica finanziati dalla Regione.

«Il Consorzio deve essere gestito come un’impresa – annuncia Zocchi – non può reggersi solo sul contributo degli enti pubblici soci, che non coprono neanche l’ordinaria amministrazione. Avvieremo contatti con gli imprenditori, cercheremo di far rientrare i Comuni usciti dal Consorzio, organizzeremo convegni per sensibilizzare le istituzioni sull’ammodernamento delle infrastrutture e delle strutture ricettive».
Per quanto riguarda i Comuni morosi nel pagamento delle quote, Offida starebbe per pagare i suoi 4000 euro per il 2007, Ripatransone i suoi 2000 euro per il 2006, Monteprandone e San Benedetto sono in regola con i pagamenti, Grottammare deve pagare per il 2007. Cupra al momento è fuori dal Consorzio e ha un debito di 6000 euro, riferisce Zocchi. Spinetoli ha un decreto ingiuntivo di 8000 euro, Acquaviva è in una posizione di “stand by”.
«Tutti i Comuni dentro al Consorzio stanno per versare le loro quote, è un’inversione di tendenza rispetto al passato», afferma Zocchi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 601 volte, 1 oggi)