SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Meglio tardi che mai. A fine agosto, dopo un’estate intera in cui il locale è rimasto aperto e affollato, il Comune si è accorto che la struttura metallica sotto il locale “La Terrazza” è in pessimo stato di conservazione.
Buchi, travi arrugginite, degrado della struttura metallica proprio di fronte alla sede del Consorzio Turistico, a due passi dal monumento al Pescatore, sul lato sud dello stabile che una volta ospitava la storica discoteca Atlantide, con le sue successive filiazioni discotecare. In via degli Oleandri, insomma, in una zona finora additata solo per il degrado derivante dalla presenza un po’ troppo prolungata di clochard e tossicodipendenti.
Ma che il sottoscala de “La Terrazza” fosse in pessime condizioni non lo sapevamo. Fino al 25 agosto, data del sopralluogo della Polizia Municipale, non lo sapeva neanche il Comune.

Meglio tardi che mai. Quest’estate “La Terrazza” è stata sovente affollata di ragazzi, musica, ballo. Ora si scopre che la struttura necessita di un’immediata manutenzione a tutela della pubblica incolumità e di una verifica statica urgente da parte di un tecnico qualificato.
Si legge nell’ordinanza del sindaco numero 99 emanata il 18 settembre: «In particolare sul piano orizzontale, in lamiera gregata, e sulle parti di congiunzione dei pilastri con le travi, si notano ampi strati di ruggine. Inoltre, su una porzione di piano è presente un ampio foro dal quale è visibile il pavimento del piano soprastante e i ferri dell’armatura».

Ora la società proprietaria dell’immobile dovrà transennare l’area e dare inizio alla manutenzione e alla verifica statica entro 60 giorni. I lavori dovranno conservare le dimensioni e le caratteristiche tecniche del fabbricato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.285 volte, 1 oggi)