SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Tribunale del Riesame di Ascoli ha detto no alla richiesta di dissequestro avanzata dai legali della cordata aggiudicataria della gestione del Palacongressi. Dopo la Camera di consiglio di ieri, oggi 20 settembre la decisione di mantenere i sigilli alla struttura di via Paganini.
Parallelamente proseguiranno le indagini della Procura della Repubblica di Ascoli sui presunti vizi nella procedura seguita dal Comune per il project financing.
Fausto Calabresi, amministratore delegato della Palacongressi Srl, questa mattina ha consegnato le chiavi dell’immobile al sindaco Giovanni Gaspari, custode giudiziario della struttura, in previsione del convegno organizzato dal Comune per il prossimo 10 ottobre. L’imprenditore ha poi affermato: «Non so dove e come, però noi realizzeremo una multisala cinematografica».
Rimane formalmente in vigore la convenzione fra il Comune e la società di Calabresi, ma i lavori per il completamento del Palacongressi e la realizzazione di una multisala per ora non potranno partire.
«Ci sono tutte le autorizzazioni per lo svolgimento del convegno dei fisiatri – ha dichiarato il primo cittadino – il Comune rimane parte offesa in questa vicenda giudiziaria e io continuerò a vigilare sul Palacongressi come ho fatto fino a oggi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 665 volte, 1 oggi)