SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alla fine è prevalsa la volontà del giocatore: Alessandro Bolognesi lascia Porto Sant’Elpidio e si trasferisce alla Joints. L’arrivo del 19enne play marchigiano mette la parola fine alla campagna di rafforzamento della società rossoblu.
Adesso i pensieri sono inevitabilmente rivolti al campionato, con l’esordio sul campo del Cus Urbino, previsto per sabato sera. Coach De Santis deve, suo malgrado, fare fronte a una situazione non propriamente ottimale: ancora acciaccati i vari Falà, Ciccorelli e Ciardelli. Di più, l’argentino Daniel Amedeo Zattin è arrivato in Italia solo lunedì e ha sostenuto il primo allenamento in rossoblu il giorno successivo.
Giovedì sera ad ogni modo De Santis potrà fare le prove generali in vista della prima trasferta della stagione: Valori e soci infatti sfideranno in amichevole il Martinsicuro.
«Avrei preferito esordire in campionato tra una ventina di giorni – sentenzia l’allenatore della Joints – questo però non significa che siamo preparati al peggio: a Urbino giocheremo al massimo delle nostre possibilità, anche se non possiamo nascondere di avere dei problemi a livello di tenuta fisica: Falà, Ciardelli e Ciccorelli non sono al meglio, senza contare che Zattin non credo possa ancora giocare un’intera partita». Sicuri di giocare dal 1′ invece Domenico Valori, Martinez e Mattioli.
Coach De Santis chiude con un bilancio sul mercato rossoblu: «Sono soddisfatto, la società ha soddisfatto le mie richieste: ritengo di avere a disposizione un ottimo organico, anche se, mi ripeto, in questo momento non siamo al top».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 580 volte, 1 oggi)