SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Venerdì 21 settembre le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative della medicina territoriale convenzionata hanno proclamato una giornata di sciopero nazionale.
Spetta alla direzione della Zona Territoriale, nel rispetto dei propri compiti istituzionali in materia di informazione ai cittadini, comunicare quali potrebbero essere le conseguenze ed i possibili disagi derivanti della giornata di astensione dal lavoro dei medici convenzionati.
Saranno chiusi gli studi dei medici di famiglia e pediatri di libera scelta.
I medici garantiranno, comunque, determinate prestazioni indispensabili. Tra queste, le visite domiciliari urgenti e quelle in assistenza programmata; le prestazioni di assistenza domiciliare integrata (ADI) e le prestazioni di assistenza ai malati terminali.
I medici addetti al servizio di Continuità Assistenziale (guardia medica), ed al servizio di 118 (emergenza sanitaria territoriale) saranno anche loro coinvolti nella giornata di sciopero.
Si garantiranno anche le prestazioni indispensabili definibili come prestazioni urgenti e non differibili.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 401 volte, 1 oggi)