GROTTAMMARE – «Il Canistro Luco ha fatto tre tiri in porta e due gol. Noi abbiamo avuto più occasioni per passare, ma non siamo stati abbastanza cinici». Il Grottammare è tornato da Luco dei Marsi senza nessun punto in saccoccia. Dopo il pareggio maturato nel match d’esordio allo stadio Pirani, contro il Venafro, ecco dunque il primo dispiacere della stagione.
Questa l’analisi del tecnico biancazzurro Domenico Izzotti: «Abbiamo perso per un episodio, quello del finale che ha visto protagonista Di Genova: ha trovato il classico gol della domenica. La mia squadra però deve essere più brava e attenta affinché questi episodi non si verifichino. La Serie D è così, non perdona. Dispiace perché, a differenza di quanto era successo contro il Venafro, l’approccio alla gara è stato migliore, tanto che il Canistro nel primo tempo ha faticato parecchio. Alla fine però il risultato non ci ha sorriso. Colpa anche nostra, che continuiamo a ripetere certi errori».
Inutile il bel gol (il primo in biancazzurro) di Bucchi che a una decina di minuti dalla fine aveva regalato ai suoi un pareggio più che meritato. Di lì a poco ci ha pensato Di Genova a mettere tutti d’accordo. Abruzzesi sorprendentemente in testa alla classifica, a punteggio pieno, Grottammare relegato nelle ultime file, con un punticino appena.
«C’è tempo», avverte giustamente Izzotti. Domenica prossima per esempio i biancazzurri ospiteranno al Pirani il Bojano: anche i molisani in graduatoria hanno messo un solo punto.
«Guardo in casa mia, come sono abituato a fare», taglia corto Izzotti. Che però può quantomeno consolarsi con il buon esordio di Cremaschini (il giocatore prelevato dal Fano venerdì scorso) e il ritorno dell’attaccante Laino, destinati a stretto giro di posta a trovare la condizione migliore.
E potrebbe anche non essere finita qui: il direttore sportivo Aniello e il presidente Pignotti stanno infatti alla finestra. In breve, il mercato del Grottammare potrebbe riservare qualche altra sorpresa.
Ha collaborato Giuseppe Pio

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 462 volte, 1 oggi)