SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un nuovo volto per una delle zone più caratteristiche di quello che era il borgo marinaro fra il 19° e il 20° secolo. Sarà rimosso il vecchio asfalto di via Laberinto, vicolo della Posta e vicolo San Giuseppe e a giorni inizierà l’opera di restyling con una nuova pavimentazione in porfido simile a quella realizzata in corso Secondo Moretti. Il progetto è dell’architetto comunale Farnush Davarpanah e interesserà un’area di circa 1000 metri quadri. I lavori sono appena stati appaltati alla ditta Schiavi Luigi & Giuseppe snc di San Benedetto del Tronto, per un importo di 107 mila euro (con un ribasso del 18% sulla base d’asta).

Si tratterà di uno stile sobrio e senza orpelli di sorta, spiega l’architetto Farnush. Rimarranno i parcheggi sulla strada, almeno fino a quando il Comune non deciderà di chiudere al traffico via Laberinto e le piccole strade vicine. Un’idea non nuova, anzi datata almeno quanto una raccolta di firme presentata all’assessore alla Viabilità Settimio Capriotti pochi giorni dopo l’insediamento della giunta Gaspari [CLICCA QUI].
Forse, a riqualificazione avvenuta, arriverà la sospirata chiusura alle auto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 791 volte, 1 oggi)