SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Investire sulla pratica sportiva, favorire le società che fanno attività agonistica, promuovere gare di livello nazionale e internazionale in città. Anche per queste dichiarate buone intenzioni sembra la volta buona per l’atteso rifacimento della pista di pattinaggio Panfili, il cui tracciato sarà allungato a 200 metri ottenendo così l’omologazione per ospitare gare di spessore internazionale, a partire dai campionati europei del 2010. Entro la primavera 2008, dice il Comune.
«Sarà nostro dovere investire per permettere a San Benedetto di sfornare nuovi campioni e di ospitarne altri», dichiara il sindaco Gaspari a margine della cerimonia in Comune in onore dei campioni mondiali di Calì.

La pista Panfili nasce modernissima, quasi d’avanguardia. Fu la prima in Italia, nel 1956, dopo quelle di Venezia e Salerno. Ma oggi necessita d una riqualificazione dei servizi igienici. Durante i lavori gli atleti sambenedettesi si alleneranno ad Ascoli. E’ possibile che i lavori vengano fatti in compartecipazione fra il Comune e le società sportive che useranno la nuova pista. Forse perciò non sarà necessaria una gara d’appalto, il che snellirà i tempi di lavoro.

Non è tutto: per il pattinaggio bolle in pentola un palazzetto polifunzionale dietro la scuola “Cappella” e un nastro per l’allenamento nella zona Annunziata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.500 volte, 1 oggi)