MARTINSICURO – Il V-Day è approdato anche a Martinsicuro. Un unico banchetto dislocato però in momenti diversi in due parti della città. Sabato 8 settembre, dalle 15 alle 20 le firme sono state raccolte presso il Centro commerciale La Torre di Villa Rosa, mentre domenica 9, dalle 21 alle 24 la postazione si è spostata in Piazza Kolbe, in occasione della festa popolare che ha visto come ospite il cantante Piero Mazzocchetti.

«Il locale meetup di Teramo – ha spiegato Debora Vallese, organizzatrice della raccolta firme a Martinsicuro – era piuttosto impegnato per l’allestimento dei banchetti nella città e per l’organizzazione di una festa equo-solidale a Corropoli, di conseguenza l’evento a Martinsicuro è stato organizzato in poco tempo e con poche risorse, ma nonostante tutto abbiamo avuto un discreto successo. Numerose sono state infatti le persone che venivano spontaneamente a firmare, senza che fosse stato fatto volantinaggio o richieste di adesione da parte nostra, entusiaste di poter dare il loro contributo a questa iniziativa».

Considerando infatti le difficoltà logistiche e burocratiche e le poche ore in cui i banchetti sono stati attivi, si sono riuscite a raccogliere 450 firme.

«Inizialmente – ha proseguito la Vallese – ero intenzionata a partecipare alla manifestazione di Bologna, ma poi ho pensato che sarei stata più utile qui e ho voluto dare, seppure all’ultimo momento, il mio piccolo contributo. Le maggiori difficoltà le abbiamo avute nel reperire un funzionario preposto alla vidimazione dei moduli per le firme, e per questo l’installazione dei banchetti è stata in forse fino all’ultimo momento e non ha potuto avere un’adeguata pubblicità a livello locale. Alla fine, grazie alla collaborazione del dottor Scarpone, Cancelliere del Tribunale di Giulianova, tutto si è potuto svolgere regolarmente».

Ad una prima e immediata pubblicizzazione del V-Day a Martinsicuro si è adoperata l’associazione Città Attiva, che ha inviato un sms ai suoi 300 associati e ha pubblicato sul suo sito internet un invito a recarsi a firmare negli orari di apertura dei banchetti.

«Vorrei ringraziare – ha concluso la Vallese – i consiglieri comunali Camaioni, Tommolini, Capanna, D’Ambrosio e Cappellacci, che si sono alternati al banchetto per l’autenticazione delle firme e mi scuso con gli altri esponenti dell’Amministrazione di Martinsicuro, per non essere riusciti, per mancanza di tempo, a comunicare a tutti l’iniziativa alla quale credo che, numerosi, avrebbero partecipato con entusiasmo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 594 volte, 1 oggi)