MONTEPRANDONE – Una nuova sfida. Difficile, ma proprio per questo ancora più affascinante. L’Handball Club Monteprandone – confermata anche per quest’anno la sponsorizzazione dell’azienda edile Troiani & Ciarrocchi – a novembre vivrà la seconda avventura in Serie B.
La Federazione ha ufficializzato calendari e gironi, annettendo Poletti e soci nel raggruppamento D-E, quello delle formazioni abruzzesi, campane e pugliesi. Difficoltà dunque, ma anche stimoli. Insieme ai celesti, Vasto, Roma, Benevento, Avellino, Sogliano, Castellana, Guardiagrele e Scafati.
LE DATE DELLA STAGIONE. Diciotto giornate, si parte sabato 3 novembre per chiudere i battenti il 19 aprile (cliccando sotto la sezione “Documenti allegati” è possibile scaricare il calendario completo). Esordio casalingo per la squadra di coach Iadarola, che ospiterà Castellana. Prima trasferta invece a Guardiagrele.
Ben sette le soste: si riposa il 24 novembre, il 29 dicembre, il 5 e il 26 gennaio, il 16 e il 23 febbraio. Ultimo stop il 23 marzo.
LA NUOVA HC MONTEPRANDONE. Archiviate le vacanze, dopo aver disputato un buon campionato che ha visto i celesti raggiungere l’obiettivo salvezza con qualche giornata di salvezza, lo scorso 1° settembre squadra e dirigenza si sono presentate alla stampa e ai tifosi. Confermata l’ossatura dell’anno passato, con solo qualche piccola novità. Resta saldamente al comando del sodalizio monteprandonese Livio Sciamanna. Numero 2, nonché vicecapitano della squadra Pierpaolo Romandini, mentre fra i dirigenti registriamo due new entry, vale a dire Stefano Neroni e Romeo Grilli.
SQUADRA QUASI INVARIATA. Pochi volti nuovi pure fra i giocatori, fatta eccezione per il portiere siciliano, ma da due anni residente a Monteprandone, Felice Vecchione, 34enne che ha alla spalle una discreta carriera, tanto da aver militato in A2 con la maglia del Messina.
Gradito ritorno invece per il terzino Davide Straccia, in celeste dopo almeno 7-8 anni di assenza. Infine hanno meritato la prima squadra i giovani Davide Barbagallo e Belhadi Jabeur.
«Ci lasciamo alle spalle una stagione straordinaria, sotto tutti i punti di vista», ha detto il presidente Sciamanna – Nessun volo pindarico: la nostra dimensione è la Serie B, categoria più che dignitosa per una realtà come Monteprandone. Vi chiedo (rivolto alla squadra, ndr), una salvezza se possibile ancora più tranquilla di quella dell’anno passato».
SETTORE GIOVANILE. Ma il grande motivo d’orgoglio della Troiani & Ciarrocchi è il settore giovanile, che in un anno ha fatto passi da gigante. Quest’anno i celesti presenteranno ai nastri di partenza tre formazioni, con oltre 40 ragazzi da formare.
«Quella del settore giovanile sarà la nostra priorità – hanno sottolineato in coro Romandini e Bisirri – Dopo anni di totale disinteresse finalmente abbiamo ricreato l’entusiasmo attorno a questa disciplina. Chiedo a tutti un piccolo sforzo affinché si dia il proprio contributo anche in questo senso».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.071 volte, 1 oggi)