SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune si tutela nella vicenda giudiziaria del Palacongressi costituendosi parte lesa. E’ del 6 settembre la delibera di giunta con cui si dà mandato ai legali di tutelare gli interessi dell’ente. Il contenuto dell’atto però non è ancora stato reso noto. Così come i nomi dei legali che difenderanno l’ente. Finora c’è stato l’interessamento dell’avvocato amministrativista Massimo Ortensi.
E’ una mossa, questa, che era prevedibile nel contesto di quella partita a scacchi multipla che è ancora alle prime mosse. Sicuramente è una mossa dovuta verso la collettività sambenedettese, che non ha alcuna voglia di assistere inerme al blocco di una struttura costosa realizzata con soldi pubblici.
La Palacongressi Srl – aggiudicataria della convenzione per il completamento della struttura – presenterà ricorso al Tribunale del Riesame nella giornata di sabato 8 settembre. A metà settembre ci potrebbe essere una pronuncia.
Intanto pare sicura la riapertura del Palacongressi per il convegno nazionale del 10 ottobre, che porterà in città quasi un migliaio di medici riabilitativi. Ma lo status giuridico della struttura di Porto d’Ascoli sarà ben chiaro solo dopo la pronuncia del Tribunale del Riesame.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 555 volte, 1 oggi)