GROTTAMMARE – Voto unanime da parte del Consiglio Comunale di Grottammare per istituire il catasto delle aree interessate dal fuoco. Con l’approvazione di questa proposta si dà mandato all’ufficio tecnico di preparare gli elaborati grafici sulle base delle aree interessate come comunicate dal Corpo forestale dello Stato.

Il documento, dunque, comprenderà le zone di Montesecco, colpite dal grosso incendio del 15 luglio 2007 proseguito anche il giorno successivo, per un totale di oltre 10 ettari, e da un altro incendio nel luglio del 2001, per 1 ettaro e mezzo, e il versante sud del Colle delle quaglie andato a fuoco lo scorso 31 luglio per oltre mezzo ettaro. L’elenco verrà poi pubblicato all’Albo pretorio per le eventuali osservazioni e poi tornerà in consiglio comunale per l’approvazione definitiva. Con il catasto degli incendi boschivi, per le aree censite sarà vietato il cambio di destinazione per i prossimi 15 anni.
In merito al punto riguardante l’applicazione dell’avanzo di amministrazione (approvato con il voto favorevole della maggioranza, contraria la minoranza), il sindaco Luigi Merli ha dato lettura di un elenco di opere, tra cui si menzionano: manutenzione straordinaria opere verdi (40 mila euro), manutenzione straordinaria scuole (16 mila), manutenzione urbana straordinaria lottizzazione “Cocomazzi” (40 mila), manutenzioni straordinaria impianti elettrici (30.000 euro), asfaltature (30 mila), opere di urbanizzazione (10 mila), manutenzione scuolabus (10 mila), manutenzione patrimonio (20 mila), opere cimiteriali (16 mila), sistemazione zona “Ferriera” (98 mila).

Nella stessa seduta, a sola maggioranza (la minoranza si è astenuta), è passata definitivamente la variante parziale al Piano di spiaggia relativa alla trasformazione in annuale delle concessioni immediatamente a nord e a sud del Tesino e la proroga delle condizioni premiali riguardanti lo spostamento dello chalet Kursaal per migliorare la geometria e la visuale prospettica di piazza Kursaal. Tra le 21 osservazioni pervenute, solo alcune sono state discusse e accolte parzialmente, poiché per la maggior parte sono state ritenute non pertinenti all’argomento, quindi rigettate.

La discussione consiliare si è particolarmente dilungata sull’ultimo punto, relativo a un pronunciamento della Corte dei conti che aveva invitato il Consiglio comunale a valutare l’operato degli organi di revisione interni ed esterni, in merito a difformità nella rappresentazione dei dati rilevate nella compilazione di un questionario afferente il Conto consuntivo 2005. Con l’approvazione della delibera, ieri sera, la maggioranza del consiglio comunale ha invitato gli organi di revisione, dunque, a una maggiore attenzione per il futuro, mentre la minoranza proponeva provvedimenti più drastici (voto contrario).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 548 volte, 1 oggi)