SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nelle scuole primarie della città tornerà il servizio di “mensa animata”. Si tratta di un progetto pedagogico che prevede attività di intrattenimento e di apprendimento durante la pausa pranzo, nelle scuole che hanno il servizio mensa.
Il Comune affiderà la gestione del servizio a una cooperativa sociale di tipo A che si occupa di attività ludiche e di animazione per i minori; verrà scelta attraverso una trattativa privata preceduta da una gara ufficiosa.
Lo stanziamento del Comune per il progetto ammonta a 65mila euro, che saranno la base di ribasso per le offerte.
Ci siamo fatti spiegare dall’assessore competente Margherita Sorge lo spirito del progetto: «Ci sono due obiettivi: il primo è quello di far divertire e svagare i bambini durante la pausa pranzo, poi c’è un obiettivo didattico. Il contributo che dà il Comune quest’anno è un po’ più alto rispetto all’anno scorso. La “mensa animata” è un progetto condiviso dai genitori e dai docenti, che potranno così avere un carico di impegno alleggerito».
Finora sono sette le cooperative sociali invitate alla gara.

Fra i documenti allegati il testo della delibera di giunta che detta gli indirizzi per il progetto “Mensa animata”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 533 volte, 1 oggi)