GROTTAMMARE – La serie di concerti che hanno avuto luogo nella chiesetta dedicata a Santa Lucia ha visto sempre occupati i 250 posti a sedere a disposizione. I bravissimi Judit Rajk ed András Wilheim a luglio e poi il virtuoso Paolo Restani, la giovanissima Vedrana Kova, il complesso Michaël Lévinas, il sempre grande Pierre Réach ed il funambolico François-Joël Thiollier (Premio alla Carriera 2007) nel mese di agosto, hanno proposto capisaldi della bella e vasta letteratura pianistica lisztiana.
«L’ultima sera gli spettatori mi hanno ringraziato per la scelta degli artisti e per la musica proposta – ha affermato con soddisfazione il direttore artistico Federico Paci – evidentemente quando le proposte sono di valore, il pubblico dimostra di saper apprezzare. Quest’anno ho voluto dare un taglio più tecnico alla manifestazione – ha continuato Paci – e questo per offrire più chiavi di lettura di uno stesso brano musicale, come “Tormenta di neve” di Liszt, eseguita sia da Restani che da Lévinas in modo sempre grandioso ma differente. La bellezza della musica sta anche nella varietà dell’interpretazione, nel mettere in evidenza un aspetto piuttosto che un altro».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 430 volte, 1 oggi)