CUPRA MARITTIMA – La Cuprense si aggiudica i primi tre punti della stagione. Ma non è tutto oro quello che luccica. Solo a pochi minuti dal termine infatti, e in superiorità numerica, i gialloblu si sono sbloccati portando a casa l’intera posta.
Non pienamente soddisfatto il tecnico Pasquale Minuti: «Abbiamo sbagliato l’approccio mentale. I primi 25 minuti sono stati una sofferenza continua. L’Urbisaglia era pimpante e ci ha messo in difficoltà: ‘espulsione ha cambiato le carte in tavola».
Il tecnico gialloblu proseguendo nella sua disamina, fa notare: «Se avessimo preso gol ci sarebbe voluta un’impresa per ribaltare la situazione. Solo con un uomo in più abbiamo dato segnali di ripresa. E nel secondo tempo abbiamo dimostrato autorità e personalità allargando il gioco sulle fasce».
Subito in rete l’ultimo arrivato Corradetti e il solito Lucidi: «Il gol è la migliore medicina per qualsiasi attaccante, contro la Folgore (prossimo avversario, ndr) dovremo correggere il tiro. Fare tesoro degli errori commessi nella gara scorsa e scendere in campo sin dal’inizio con la stessa mentalità espressa nei restanti 45 minuti di Urbisaglia».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 389 volte, 1 oggi)