ASCOLI PICENO – Le fiamme minacciano ancora le abitazioni della frazione di Mozzano, a pochi chilometri dal capoluogo.
Ma intanto è stato messo a segno quello che sembra essere un importante colpo nella lotta ai piromani. I Carabinieri hanno infatti tratto in arresto un 42 enne ascolano (G.P. le iniziali rese note) trovato in possesso di contenitori di liquido infiammabile, accendini e micce. Sarebbe il presunto autore dell’incendio divampato nella prima mattinata del primo settembre sul colle dell’Annunziata all’altezza della Fortezza Pia, lungo la strada che da Ascoli Piceno conduce a Rosara. Un incendio che è stato subito domato dai Vigili del Fuoco. L’uomo ha piccoli precedenti penali e pare che nel suo passato ci sia un trauma giovanile dovuto alle ustioni riportate in un incendio.
Le forze dell’ordine ritengono che possa essere responsabile anche di alcuni roghi avvenuti a Mozzano. L’incendio scoppiato ieri pomeriggio nella frazione non è stato ancora domato, e purtroppo ha ripreso a divampare anche sul fronte della località di Pedana, dove sorgono casolari sparsi. Circa 500 persone hanno dormito fuori casa per la seconda notte di seguito.
Nonostante le temperature siano diminuite, ad Ascoli non è piovuto e ci vorranno ancora ore prima di aver ragione del rogo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.083 volte, 1 oggi)