SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “A quattordici anni smetto”: storie di ragazzi sotto i quattordici anni. Storie di immigrazione e di solitudine. Di giustizia e di ingiustizie. Di violenze da togliere il fiato. Di prostituzione, di stupri, di furti, di illusioni ferite. Anche di adozioni finite male. E a volte il ricatto. Livia Pomodoro, con lucidità, racconta un mondo scoperto ed esplorato anche grazie al suo lavoro e alla sua passione. E offre lo spaccato di una realtà “invivibile”, immersa in una quotidianità che suscita rabbia e smarrimento. Dodici storie contro la distrazione, per consegnare alla coscienza di tutti una amara verità che ha la forza, dura e struggente, della vita.

L’autrice – magistrato di Cassazione e docente universitaria, è stata capo di gabinetto del ministro della Giustizia ed attualmente presidente del Tribunale per i Minorenni di Milano – sarà introdotta dal giornalista Remo Croci. Teresa Pomodoro, drammaturga e attrice, eseguirà una lettura scenica.

L’incontro è organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con il circolo “Riviera delle Palme”, e in particolare da Giovanna e Peppino Naponiello.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 633 volte, 1 oggi)