SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ una Samb ancora più completa quella che gli ultimi giorni di calciomercato hanno regalato a mister Ugolotti: riusciti, infatti, i due colpi lungamente inseguiti (Alteri in attacco, il rientro di Visone a centrocampo), che fanno della squadra rossoblu una compagine, se non altro, completa in ogni reparto. Nulla di fatto invece, come ampiamente prevedibile, per Mirko Antenucci, che il Catania ha “girato” al Venezia.
«Da parte nostra si tratta di un ulteriore sforzo – commenta il presidente Tormenti, di ritorno da Milano, dove alle 19 si è concluso il calciomercato – Visone lo scorso anno si è comportato molto bene, è un elemento di valore anche se non sarà disponibile prima della fine del mese». Alteri e poi Visone: quali sono gli obiettivi di questa Samb: «Non ci poniamo alcun obiettivo, né limite: ce la giochiamo con tutti».
La Samb, in serata, ha anche concluso uno scambio con il Giulianova: in Abruzzo è stato ceduto in prestito l’attaccante Melchiorri, mentre alla Samb, sempre con la formula del prestito, è arrivato l’esterno destro di centrocampo Luigi Stillo, classe 1984, già 28 presenze in C1 tra Giulianova e Reggiana (ma lo scorso anno, con i giuliesi, solo 6 apparizioni).
Con Visone dovrebbe venir meno la mancanza di un giocatore faro nel reparto centrale: certo, lo può essere, in situazioni di emergenza, Palladini, ma senz’altro è necessario avere un centrocampista che, oltre a rompere il gioco (lavoro egregio svolto da Giorgino), abbia anche la capacità di lanciare gli attaccanti. Visone non ha le qualità di Loviso (un anno fa deputato a questo ruolo), ma ha molta più carica fisica e abilità negli inserimenti offensivi.
Con l’arrivo di Alteri, la Samb è riuscita anche a completare il fronte offensivo. Con l’esperto attaccante e il giovane Curiale, il duo offensivo sembra composto, anche se permane il dubbio che i due riescano a far dimenticare un certo Morante. Ma il punto è un altro: sia Visone che Alteri sono stati acquistati con contratti pluriennali, segno evidente dell’esigenza di voler costruire, finalmente, una squadra capace di crescere anno dopo anno.
Cosa servirà, a questa Samb, per ripetere il buon campionato dell’anno passato, ovvero partire da una tranquilla posizione di centro classifica per poi, magari, togliersi qualche soddisfazione? Sicuramente l’affiatamento di questa squadra, totalmente rinnovata. Grande importanza avranno, per lo schema di gioco di Ugolotti, i due esterni Cia e Soddimo, che hanno bisogno del tempo necessario per maturare, mentre per il ruolo di centrale offensivo arretrato tra Morini, Olivieri e lo stesso Visone le alternative non mancano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.418 volte, 1 oggi)