SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due salti in avanti e altrettanti all’indietro. Il tutto nello spazio di due mesi e mezzo. Dalla C1 alla massima serie, andata e ritorno.
Fabio Visone, in giugno acquistato dal Catania e poi, subito dopo, prelevato dal Grosseto, mai avrebbe pensato nell’ultimo giorno della sessione estiva del calciomercato, di ritrovare la società in cui l’anno scorso aveva fatto così bene. Eppure è tutto vero: il centrocampista napoletano vestirà nuovamente la maglia della Samb.
C’è peraltro un aspetto abbastanza sorprendente della trattativa, visto che Grosseto e Samb – all’Ata Quark Hotel di Milano, dove si stanno consumando le ultime ore del mercato estivo – si sono strette la mano per la cessione definitiva del giocatore, nonostante nei giorni scorsi l’ipotesi più probabile sembrasse quella del prestito o, al limite, della comproprietà.
E invece Visone torna in riva all’Adriatico forte di un contratto biennale, con un’opzione per il terzo, anche se (ovviamente) a cifre inferiori rispetto a quelle stabilite con il club maremmano. Per la Samb, che ha vinto la concorrenza di Taranto e Pescara, si tratta del colpo di mercato numero 22.
L’ormai ex centrocampista del Grosseto, che si sta riprendendo dall’infortunio alla pianta del piede operato in giugno e che per questo motivo ha saltato quasi tutta la preparazione estiva, probabilmente non sarà pronto prima di due o tre settimane. Ma tant’è: per mister Ugolotti si tratta comunque di un rinforzo molto importante.
Dalla Lombardia intanto, il procuratore di Visone Livio Perrella rivela: «Fabio ha voluto a tutti costi ritrovare la Samb e un ambiente al quale era rimasto molto attaccato. Non ha voluto prendere in considerazione altre richieste, ritenendo che a San Benedetto troverà le migliori condizioni per riprendersi al meglio da un infortunio che è comunque poca cosa. Voleva la Samb e l’abbiamo accontentato».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.417 volte, 1 oggi)