GROTTAMMARE – Si ferma Andrea Bucchi, per un infiammazione all’adduttore, ma lo staff biancazzurro ha già fugato i dubbi: l’ex Ancona domenica, quando il Grottammare riceverà la visita del Venafro, dovrebbe essere regolarmente in campo dal 1′.
Ad ogni modo l’attaccante giovedì pomeriggio non ha preso parte alla partitella in famiglia che mister Domenico Izzotti ha fatto sostenere i suoi. Tutti disponibili in vista dell’esordio di domenica prossima. La formazione che sfiderà il Venafro non dovrebbe discostarsi molto dall’undici che sabato scorso ha pareggiato, sempre al Pirani, la gara di Coppa Italia contro il Tolentino. Possibile ballottaggio a centrocampo tra Vergari e l’albanese Erald Shametaj.
Per la prima della stagione insomma, davanti a Domanico dovremmo vedere una linea difensiva a 4 con Iampieri, Marranconi, Oddi e Costanzo; in mediana Vergari (o Erald), Traini, Polenta e Marcatili. Infine la coppia d’attacco Bucchi-Napolano.
QUI VENAFRO. La compagine di mister Corrado Urbano, che si appresta a disputare il quarto campionato di fila in Serie D, riparte con l’obiettivo della salvezza. L’anno passato i molisani, inseriti nel girone G, dovettero passare per l’appendice play out, mantenendo la categoria solo dopo il doppio spareggio contro il Pisoniano.
La squadra non è cambiata granché: la società in buona sostanza ha regalato al proprio allenatore un puntello per ogni reparto. Registriamo però una perdita importante, quella del difensore centrale Francesco Marotta, trasferitosi al Morro d’Oro. Da tenere d’occhio l’attaccante del Mali Abdoulaye Keita, il quale la stagione passata ha segnato 12 gol.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 519 volte, 1 oggi)