SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo poche ore dalla rapina in via del Tiziano (clicca QUI), i Carabinieri hanno ritrovato l’autoveicolo usato dai malviventi per allontanarsi dalla filiale della Banca Picena Truentina.

Ovviamente si trattava di un veicolo rubato. Ma per i militari il ritrovamento non è stato un’operazione agevole perché, contrariamente a quanto avviene di solito, nessuno aveva denunciato il furto dell’auto, avvenuto peraltro nel pieno centro di San Benedetto.

Il proprietario della Fiat Uno usata dai rapinatori è un tranquillo pensionato di 61 anni, che non ha sporto denuncia per il furto subito in quanto non si è neanche reso conto di non poter disporre più della sua automobile. Quando è stata rubata, la mattina del 28 agosto, la Fiat era parcheggiata già da alcuni giorni in via Ulpiani, a pochi metri dalla banca rapinata; il proprietario, che evidentemente usa poco le quattro ruote per gli spostamenti, non si è accorto del furto fino a quando i Carabinieri del capitano Vaccarini non si sono messi in contatto con lui.

L’auto è stata ritrovata in via del Caravaggio, vicino alla chiesa di San Pio X. Da lì i rapinatori hanno proseguito la loro fuga.

Proseguono le indagini da parte dei militari, che stanno cercando impronte o eventuali tracce all’interno dell’auto. Intanto continua anche la minuziosa analisi dei filmati girati dalle telecamere a circuito chiuso della banca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 598 volte, 1 oggi)