MONTEPRANDONE – Se il buongiorno si vede dal mattino, il futuro colorato di biancoceleste lascia davvero ben sperare.
La prima uscita in una competizione ufficiale del Centobuchi ha subito regalato sorrisi: 2-0 in casa della Santegidiese di mister Aloisi, nella partita di andata del primo turno di Coppa Italia, grazie alle reti dell’argentino Vidallè (su rigore) e del centrocampista Cesani.
E seppure la Coppa abbia un valore relativo, la sfida in terra d’Abruzzo consegna qualche certezza in più al tecnico Sestilio Marocchi, che ha mandato in campo un undici che potrebbe avvicinarsi molto alla squadra titolare, fermo restando che la dirigenza sta ancora valutando se sarà il caso di inserire qualche fuoriquota, ma soprattutto di operare dei “tagli”, visto che attualmente l’organico a disposizione di mister Marocchi è vicino alle trenta unità.
A Sant’Egidio alla Vibrata ad ogni modo, davanti a Merletti abbiamo visto una difesa a quattro con Pesce e Tocchi a spingere sulle fasce e il duo centrale Corradetti-Cameli. In mediana capitan Simoni assistito da Pinciarelli e Cesani. Tridente offensivo composto da Cacciatore, Vidallè e Centofanti, con quest’ultimo tra le note più liete della serata di domenica.
Nella ripresa sono entrati Calvaresi, in luogo di Cesani, e Di Giuseppe (fuori Vidallè).
DOMENICA SI TORNA IN CAMPO. La gara del ritorno – in teoria poco più di una formalità – si giocherà domenica prossima al Comunale, a partire dalle ore 16. Nel tardo pomeriggio di sabato invece squadra, dirigenti e staff tecnico si presenteranno a città e tifosi.
ROBERTO CUCCO. Da valutare la situazione del terzino sinistro di Martinsicuro, ritornato alla base dopo essere stato in prova, a fine luglio, con la Samb.
Il difensore, che si sta regolarmente allenando con la squadra biancoceleste, potrebbe prendersi ancora un po’ di tempo per valutare eventuali richieste da squadre di categoria superiore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 532 volte, 1 oggi)