GROTTAMMARE – Soldi da destinare al Grottammare Calcio. Il grafico, nonché ideatore e organizzatore di eventi culturali, rassegne e festival Michele Rossi – da sempre vicino alle sorti della formazione biancazzurra – si augura che gli organizzatori della “Lotteria di Grottammare” vorranno destinare il ricavato della stessa alla società di Amedeo Pignotti.
Questo l’intervento di Rossi.
Nelle scorse settimane si è molto parlato dell’appello lanciato da Amedeo Pignotti, presidente del Grottammare Calcio, affinché le istituzioni, il mondo imprenditoriale e la cittadinanza tutta si mobilitasse per garantire un futuro alla locale squadra di calcio.
Per la città di Grottammare la presenza della mitica società fondata nel 1899 nel massimo campionato italiano dilettantistico, ossia la Serie D, è fondamentale anche dal punto di vista turistico. Esser presenti tutte le settimane sui maggiori media nazionali – quotidiani, settimanali e mensili sportivi e non, siti internet, radio, televisioni (compresa la pagina 256 del Televideo Rai) – è di notevole importanza per la veicolazione in tutta Italia del nome della città che sul turismo basa una buona fetta della propria economia.
Considerando che il prossimo 26 agosto ci sarà l’estrazione della tradizionale “Lotteria di Grottammare”, il cui ricavato è stato spesso devoluto in beneficenza, e visto che da alcuni anni la dirigenza del Grottammare Calcio chiede un aiuto per il sostentamento della società (attiva anche nell’ambito sociale visto che conta più di 200 ragazzi nel settore giovanile), con la presente mi appello alla sensibilità degli organizzatori della Lotteria affinché l’utile del 2007 venga elargito alla società calcistica, che ha sì un presidente ed un gruppo dirigente, ma che di fatto è la squadra di tutta la città. E continuarla a mantenere in Serie D è importante per i motivi di cui sopra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.342 volte, 1 oggi)