GROTTAMMARE – Quattro ore di autentica paura quelle vissute questa mattina a Grottammare. A scatenare il panico una telefonata anonima giunta all’impiegato di una banca intorno alle 12.15 che segnalava la presenza di una bomba davanti alla filiale della Banca Popolare di Ancona, in via Montegrappa 12, davanti alla sede del Municipio locale. Ipotesi confermata dalla presenza di un involucro sospetto, posto a terra nei pressi di un’auto, proprio di fronte all’ingresso dell’istituto di credito.
Immediata la segnalazione del fatto ai carabinieri di San Benedetto che, giunti sul posto, hanno provedduto a transennare l’area, disponendo l’evacuazione di alcune abitazioni di una palazzina e bloccando anche il traffico sulla Statale Adriatica nel raggio di cento metri. Intanto, le forze dell’ordine avevano già allertato gli artificieri, che intorno alle 15 sono arrivati da Chieti sul luogo in cui era stato trovato il pacco.
L’involucro è stato fatto brillare un’ora più tardi, alle 16 circa. A quanto pare si trattava in realtà di un sacco di tela avvolto da nastro adesivo, all’interno del quale era nascoste ricariche di gas per accendini e un sensore che fungeva da detonatore. Probabilmente non avrebbe avuto alcuna efficacia offensiva.
Tanto spavento tra abitanti della zona e passanti ma fortunatamente l’allarme è rientrato. La circolazione stradale è stata riaperta dopo circa tre ore.
Sull’accaduto indagano i carabinieri di San Benedetto, tuttora alla ricerca di elementi utili per l’individuazione dei responsabili.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 964 volte, 1 oggi)