GROTTAMMARE – Il MIC , Museo dell’Illustrazione Comica, dopo le esposizioni dedicata alla Sacra Giubilare, torna al satirico e all’illustrazione.

Sabato 18 agosto alle 21,30, nell’ambito del progetto “La Tentazione Comica“, verrà inaugurata la mostra “Ratalanga il morso dell’Asino“, nata per far riscoprire Gabriele Galantara, conosciuto con lo pseudonimo di “Ratalanga” (nato a Montelupone, in provincia di Macerata), che ha dato un contributo fondamentale allo sviluppo della satira socio-politica e della caricatura quale linguaggio dell’arte europea.

«Il Mic torna ad essere il piccolo tempio dell’Illustrazione – esordisce il Sindaco Luigi Merli. In particolare, a guardare le opere di Galantara emerge che il padre degli illustratori satirici è uno solo e che c’era più libertà di fare satira tra 800 e 900 che oggi».

«Questa di Grottammare – spiega il Curatore Fabio Santilli – è una mostra introduttiva all’artista Galantara, preparatoria a una successiva sull’opera omnia di Galantara. A Grottammare si chiude un progetto biennale che ha toccato ben 15 comuni tra le Marche e Roma. E’ dunque un omaggio a Galantara e a questa città».

La mostra “Ratalanga il morso dell’asino”, curata da Fabio Santilli e Antonio Mele – Melanton,  vedrà l’esposizione di sessanta copertine tra le più significative del celebre settimanale satirico L’Asino, disegnate da Galantara che, unitamente a diversi pannelli esplicativi, raccontano la storia di un giornale che ha segnato, con la sua arguta e tagliente satira, un periodo storico particolarmente difficile del nostro Paese e dell’Europa.

La mostra resterà aperta fino al 16 settembre (orari: agosto tutti i giorni escluso il lunedì, dalle 18 alle 20 e dalle 21,30 alle 23,30; settembre: il venerdì, sabato e domenica dalle 16 alle 19), con ingresso gratuito.

Per informazioni è possibile telefonare all’Ufficio Cultura 0735.739230 o visitare il sito http://www.latentazionecomica.it/  

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 989 volte, 1 oggi)