SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Martedì scoppiettante in casa Samb: nella giornata odierna il club rossoblu ha messo a segno due colpi. Vestiranno la maglia rossoblu per il prossimo campionato sia il difensore Francesco Ferrini, terzino destro del Cesena, che il trequartista Emanuele Morini, arrivato dal Lumezzane.

Entrambi, domani, saranno a Verrucchio dove la Samb incontrerà, in un’amichevole, la formazione locale, e in quella occasione verranno apposte le firme sui contratti; ma, come conferma il diesse Maurizio Natali, «c’è un accordo sulla parola».

Per Ferrini, ieri, le cose sembravano complicarsi, vista la richiesta di 300 mila euro per la comproprietà; adesso la Samb è riuscita ad ottenere il promettente terzino con il diritto di riscatto sulla metà: «Si trattava di parlare con le persone giuste, e oggi mi sono incontrato con il presidente del Cesena Longanesi e con il procuratore di Ferrini, Bergossi, e siamo riusciti a sbloccare la situazione».

Morini, invece, è stata la sorpresa di giornata: «Non rientrava nei nostri piani, ma alle 13 abbiamo saputo di poterci muovere per acquistarlo, e ce l’abbiamo fatta». Morini vanta un passato anche in Inghilterra e in Grecia, ed è un giocatore al quale la C2 andava sicuramente stretta: classe 1981, la Samb l’ha acquistato a titolo definitivo.

«Con il suo arrivo i nostri piani per l’attacco cambiano» afferma Natali. Giocatore abbastanza esperto, l’ex Lumezzane sarà probabilmente affiancato da un attaccante più giovane: scartati dunque i vari Zerbini, Alteri e Ginestra, calciatori che chiedono contratti esorbitanti, e fari puntati su centravanti quali Antenucci, Alberti, Cocco e Falomi, attaccante dell’Arezzo, classe 1985, che l’anno scorso ha segnato 17 gol in C2, con la Nocerina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.462 volte, 1 oggi)