SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Duro attacco del coordinatore comunale di An Luigi Cava al sindaco Gaspari e al consigliere comunale Primavera, giudicato un “picconatore” da accontentare con un “regalino”.
«Come accontentarlo? Concedendo una deroga per l’occupazione della zona ex camping e della spiaggia libera per il Maremoto Festival oltre che un lauto contributo pari a 25.000 euro», sostiene Cava.
L’esponente di Rifondazione Daniele Primavera conferma che la rassegna di musica e arti grafiche organizzata dall’associazione “Occhio per Orecchio” ha avuto un contributo di 25 mila euro (per sei sere di musica a ingresso gratuito), che però è pari – specifica Primavera – al contributo avuto dalla discoteca ferragostana Summer Games (evento di una sola notte) e molto inferiore alla spesa di 107 mila fatta dal Comune per il festival Mare Aperto organizzato dall’Amat (12 serate, di cui alcune a pagamento).
QUELLE NOTTATE “FRACASSONE” Cava mette in evidenza come tra i principali sponsor del festival Maremoto ci sia anche una società per conto della quale Primavera stesso fornisce un’attività professionale (fornitura di connettività aziendale) ma per l’esponente di Rc questo sarebbe solo un fatto degno di merito.
Continua l’esponente di An: «Il consigliere Primavera, nel proprio sito internet, sostiene testualmente che per lui “lavoro e politica sono facce della stessa medaglia” ma non si digerisce il fatto che proprio lui promuova una iniziativa che per cinque giorni consecutivi nel clou dell’estate e nella zona della città a maggior densità turistica, supera il limite dei decibel che vale per tutti gli chalet grazie ad una deroga che consentirà di fare musica fino alle 5 del mattino. E’ intollerabile – sostiene Cava – che per i propri interessi politici si vogliano applicare regole diverse da quelle imposte a tutti gli altri».
A onor del vero va detto che l’ordinanza del sindaco sugli spettacoli musicali all’aperto nei locali pubblici prevede una deroga dal 10 al 15 agosto per cui si può fare musica fino alle 5 del mattino (clicca QUI).
Forse sono “fuorilegge” le prime due serate di Maremoto Festival (8 e 9 agosto)? Risponde Primavera: «No, perché solo la serata reggae del 10 agosto andrà avanti fino al mattino, mentre nelle altre sere la musica finisce all’una».
QUEI “ROMPISCATOLE” NELLA MAGGIORANZA Nella presa di posizione di Cava il sindaco Gaspari viene tacciato di essere uno “sceriffo” che però si mostrerebbe compiacente verso i consiglieri “capricciosi” all’interno della sua maggioranza.
E poi fa dei nomi: «Si è cominciato con l’assunzione presso l’Ambito Territoriale Sociale 21 della figlia del consigliere Laversa, che infatti nell’ultima votazione su una variante al Prg si è addirittura opposto alla linea del proprio partito (lo Sdi). Poi è stata la volta del consigliere Olivieri, nominato alla presidenza della Picenambiente dopo che, durante un consiglio comunale aperto sulla Sanità, aveva duramente attaccato il primo cittadino. A breve toccherà accontentare il consigliere Libero Cipolloni della Margherita che da qualche tempo – sostiene Cava – mostra evidenti segni di insofferenza nei confronti di Gaspari e della sua giunta».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 980 volte, 1 oggi)