GROTTAMMARE – In riferimento al festival Cabaret Amoremio!, riceviamo dal comune di Grottammare e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato:

“Duilio Martina, milanese, è il vincitore del concorso per nuovi comici abbinato alla XXIII edizione del Festival nazionale dell’umorismo “Cabaret, amoremio!” nei panni di Abdul Azizi, marocchino emigrato in Italia in cerca di fortuna. E sempre sul filone delle contaminazioni tra culture di Paesi diversi, il secondo classificato, il napoletano Antonio Riscetti, con la sua parodia del turista che parte per capire meglio quello che lascia a casa. Un tema, quello del viaggio, così poco sfruttato nei testi del cabaret da meritare per la giuria anche un Premio straordinario della critica. Terzo classificato, il molisano Antonio Mustillo nei panni di un “intraprendente” ferroviere.

Sarebbe la satira di costume, dunque, ad archiviare questa XXIII edizione del Festival condotta per la prima volta da Carla Signoris, al fianco di un ormai veterano Savino Cesario, se non fosse stata l’energia prorompente di Maurizio Crozza a spostare l’ago della bilancia su quella politica. Ancora sul palco nella serata conclusiva per ritirare l’Arancia d’oro, premio alla carriera assegnato dal Comune di Grottammare, l’artista genovese non ha potuto trattenere i suoi strali nei confronti della politica italiana, intonando l’inno del costituendo Partito democratico sulle note di Bandiera Rossa, tra le risa generali di una platea da record: “Avanti popolo andiamo in chiesa e poi alla Coop a far la spesa…”. Con grande originalità ha poi preso di mira anche il sindaco Luigi Merli che gli consegnava il Premio, in merito al quale ha detto: “Dare un’arancia d’oro a un genovese è come regalare a Bush 3 o 4 missili intelligenti!”.

Domani 7 agosto, alle ore 10.30, il sindaco Merli, l’assessore Piergallini, il direttore artistico del Festival Pepi Morgia e la presidente della Consulta per la fratellanza tra i popoli, Lina Lanciotti, incontreranno la stampa per fare un bilancio della manifestazione.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 464 volte, 1 oggi)