MONTEPRANDONE – Prosegue la rassegna “Jazz…e non solo” che, nel quarto appuntamento della manifestazione organizzata dall’amministrazione comunale di Monteprandone, ospiterà martedì 7 agosto alle ore 21,30 presso la Piazza dell’Unità di Centobuchi il maestro Ambrogio Sparagna in un concerto a ingresso gratuito.

Il noto suonatore della taranta e della musica popolare, porterà stavolta sul palco un nuovo progetto musicale dal titolo “Viaggio di Giuseppantonio“, che include una serie di brani originali composti dallo stesso Sparagna e accompagnati da Erasmo Treglia, pluristrumentista capace di dare vita ad una piccola orchestrina di strumenti popolari che vanno dalla ciaramella alla conchiglia, dai flauti di corteccia alla ghironda, dalla chitarra battente al violino e alla tromba.

Il filo conduttore è il mitico viaggio di Giuseppantonio e dei suoi compagni musici, partito nei primi del ‘900 a piedi, dal Golfo di Gaeta a Marsiglia, raccontato da Sparagna “con parole e musiche”, tra serenate e ballate, ninne nanne e tarantelle d’amore, ritmi frenetici e saltarelli sempre attenti a coinvolgere il pubblico e farlo “camminare” sulla musica.

Ambrogio Sparagna, nel corso della sua carriera, ha composto musiche per concerti eseguiti in occasione del Giubileo, per manifestazioni al Quirinale, per dirette radiofoniche con le emittenti Rai.

Dal 2004 al 2006 è Maestro Concertatore del Festival la Notte della Taranta dove per l’occasione ha fondato una grande orchestra di sessanta elementi composta da strumenti popolari, con cui ha dato vita a spettacoli straordinari. Numerosi gli ospiti che nel corso del tempo hanno collaborato col noto musicista e che lo hanno accompagnato sul palco: Franco Battiato, Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Gianna Nannini, Carmen Consoli, Piero Pelù, Francesco Di Giacomo, Giovanni Lindo Ferretti , Peppe Servillo e tanti altri.

Con l’Orchestra popolare della Notte della Taranta ha realizzato alcuni grandi concerti in Italia e all’estero, in particolare in Cina nel maggio del 2006 con un grande concerto a Pechino.

Tra le collaborazioni più originali, anche quella con il Ravenna Festival, per il quale ha realizzato il “Dante Cantato“, uno spettacolo che propone alcuni canti della Divina Commedia cantati secondo lo stile musicale dei pastori e Sale un canto mentre cala il sole.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 431 volte, 1 oggi)