SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gli stadi di serie C a norma entro il 30 giugno 2008. In soldoni: insieme alla domanda di iscrizione per la stagione 2008-2009 le società dovranno dimostrare di avere un impianto idoneo. Pena l’esclusione dal torneo e la perdita del titolo sportivo.
Questo il sunto della riunione che si è tenuta nella giornata odierna (mercoledì) a Perugia e che ha visto la partecipazione della Sambenedettese – presente nelle persone del responsabile per la sicurezza del Riviera delle Palme Franco Spinelli, dell’ingegnere del Comune Nicola Antolini e dell’assessore allo Sport Eldo Fanini – e delle società di Ancona, Cisco Roma, Ternana, Pistoiese, Cisco Roma, Pescara e Sassari Torres. Presenti, ovviamente, i rappresentanti della Lega e del Coni che fanno capo all’Osservatorio del Viminale.
Nel caso specifico dunque, per il 30 giugno 2008 il Riviera delle Palme dovrà poter ospitare 14.570 spettatori. Il progetto per la messa a norma definitiva sarà pronto per il 31 agosto prossimo, poi, come detto, ci saranno 10 mesi di tempo per ottemperare ai lavori.
«Non è emerso niente di più quanto già sapevamo – ha detto l’ingegnere comunale Nicola Antolini al termine della giornata in terra umbra – Sappiamo già quello che vogliono Questura e Prefettura e difatti ci stiamo muovendo di conseguenza. Prima dell’esordio casalingo della Samb contro la Sangiustese (22 agosto, nda) lo stadio sarà a norma per i 7.494 posti stabiliti in giugno dalla Commissione di Vigilanza (i lavori sono partiti la scorsa settimana, nda), mentre entro fine mese completeremo il progetto definitivo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.351 volte, 1 oggi)