ASCOLI PICENO – Una monoposto è tornata a vincere sui tornanti di Colle San Marco. Solo nella prima edizione della Coppa Teodori c’erano riuscite le vetture a ruote scoperte.
L’ottava gara del Campionato Italiano Velocità Montagna organizzata dal Gruppo Sportivo Automobile Club Ascoli Piceno, ha visto sul podio più alto il calabrese di Castrovillari Rosario Iaquinta, che fin dalle prove del sabato ha mostrato a tutti la sua superiorità assecondato perfettamente dalla sua Lola-Zytek di F.3000 preparata dalla Promotorsport.
Dopo uno straordinario tempo di 2’19”903 ottenuto nella prima salita, ha poi coperto la seconda in 2’21”597 per un tempo totale di 4’41”500 alla media di 128,9 Kmh. Alle sue spalle tutti i migliori piloti dei prototipi, ad iniziare dal trentino Christian Merli (Osella-Honda) distanziato di quasi cinque secondi.
Terzo assoluto il napoletano Piero Nappi, davanti all’agrigentino Luigi Bruccoleri ed al toscano David Baldi, tutti sulle competitive Osella Pa21S-Honda. La lotta per il podio ha riservato un colpo di scena proprio nelle ultime battute, con un errore di traiettoria del fiorentino Simone Faggioli, vincitore di quattro delle cinque precedenti edizioni.
In lotta con Merli per il secondo posto, nella seconda manche ha messo una ruota fuori dall’asfalto all’uscita della pineta nella parte alta, perdendo il controllo della sua Osella danneggiandola. Due ascolani si sono inseriti nella top ten dell’assoluta, Fabrizio Peroni settimo e Filippo Marozzi nono, autori di fantastiche prestazioni cronometriche. Sortunato Leonardo Isolani che nella prima salita aveva compiuto un’ottima prestazione con la sua Ferrari 575, ma la vittoria nel Gruppo GTM l’ha gettata alle ortiche nel tratto conclusivo della seconda manche, dove ha perso una decina di secondi per una maldestra intraversata.
L’unica vittoria di classe tra gli oltre 40 piloti di casa è stata ottenuta da Alessandro Pieroni (Fiat Seicento Sporting) nella classe 1150 di Gruppo A. Per il resto ci sono stati dei secondi posti per Amedeo Pancotti (Alfa Romeo 156) nella classe 2000-E1 Italia, per Angelo Gandini (Peugeot 205) nella classe 1400-E1 Italia e per Antonio Panichi (Peugeot 106) nella classe 1400 gruppo N.
Questa la classifica assoluta.
1° Iaquinta (Lola-Zytek) in 4’41”500 media kmh 128,9; 2° Merli (Osella-Honda) 4’46”978; 3° Nappi (Osella-Honda) 4’50”924; 4° Bruccoleri (Osella-Honda) 4’51”946; 5° Baldi (Osella-Honda) 4’53”113; 6° Regosa (Osella-Honda) 4’56”099; 7° Peroni (Lucchini-Honda) 4’56”594; 8° Zerla (Osella-Honda) 4’57”692; 9° Marozzi (Osella-Honda) 4’58”896; 10° Bielanski (Lucchini-Bmw) 5’01”823.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.045 volte, 1 oggi)