ASCOLI PICENO – E’ ancora allarme rosso per gli incendi boschivi divampati da sei giorni nel Piceno. Mentre è ancora attivo il fronte tra Roccafluvione e Acquasanta con migliaia di ettari in fumo e intere frazioni evacuate, c’è da registrare tre nuovi roghi tra i boschi di Poggio Canoso, frazione del comune di Rotella. Il fronte nel volgere di poche ore ha bruciato 30 ettari di vegetazione.

Sul posto sono prontamente intervenuti Vigili del Fuoco, Corpo Forestale dello Stato e un gruppo di volontari della Protezione Civile, con l’ausilio di un elicottero della Regione Marche. I tre fronti sono stati domati mentre un quarto incendio è ancora attivo.

Intanto, nella zona di Roccafluvione non cessa l’allerta per l’incendio boschivo che sta divorando migliaia di ettari di vegetazione alle falde dei Sibillini. Quella odierna è stata un’altra giornata intensa con un Canadair e due elicotteri impegnati su due diversi fronti dell’incendio. Il più pericoloso è senza dubbio quello che si estende tra le frazioni di Pastina e Agelli, sempre più a ridosso dei centri abitati.
Nella vasta area dei roghi numerose le segnalazioni di ripresa delle fiamme anche con minaccia alle abitazioni: a Giustimana, a Perseraca di Case Bianche e ora anche all’agriturismo di Forcella di Roccafluvione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 670 volte, 1 oggi)