COLONNELLA – Giorni di agitazione sindacale presso l’Atr Group di Colonnella, per ritardi nel pagamento degli stipendi del mese di giugno. L’azienda, che proprio nei giorni scorsi ha firmato un accordo per il passaggio del settore supercar alla Fiat, che lo terrà in gestione per un periodo di 16 mesi, ha visto ieri riuniti in un incontro le maestranze sindacali e i vertici del gruppo per trovare un possibile accordo. L’azienda ha annunciato che i pagamenti saranno effettuati entro lunedì; di conseguenza lo sciopero, che dopo la giornata di mercoledì 25 luglio avrebbe dovuto esserci anche ieri, giovedì, è stato revocato da parte dei 660 lavoratori dell’azienda.

«Il mancato pagamento della mensilità di giugno – ha dichiarato Franco Di Ventura, della Fiom Cgil, ha messo in allarme e agitazione tutti i dipendenti dell’Atr a causa di alcuni gravi precedenti verificatisi lo scorso anno. E’ accaduto infatti che non sono state retribuite tre mensilità, pagate con notevole ritardo. Abbiamo deciso quindi, in questa occasione, di far sentire al più presto il nostro disagio ai dirigenti dell’azienda».

L’Atr Group, specializzata nelle tecnologie di materiali compositi avanzati, vanta collaborazioni nella realizzazione di componentistica in carbonio per le maggiori case automobilistiche europee, fra le quali Ferrari, Maserati, Porche, Lamborghini, Peugeot, Renault, Bmw. Nei mesi scorsi ha anche avviato per il settore Aerospace una joint-venture con Oma Sud Sky-Technologies, con sede a Capua (Caserta), specializzata nella progettazione e produzione di componenti per aerei commerciali di medie e grandi dimensioni, per la realizzazione di componenti per i boeing 787.

Per i sindacati è prioritario chiarire le strategie aziendali a lungo termine e il piano per il saldo dei debiti del gruppo. «Ci auguriamo – conclude Antonio Liberatori della Fim Cisl – che a inizio 2009, quando scadrà l’accordo con la Fiat, si possa tornare alla normalità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.018 volte, 1 oggi)